• home
  • Biblioteca e archivi - patrimonio

Il patrimonio librario

Il patrimonio bibliografico consta ad oggi di circa 54.000 volumi  di cui circa 900 testate di periodici italiani e stranieri,  tra le quali le più significative di conservazione e/o  restauro. Particolarmente consultate sono le 350 tesi sperimentali, lavori inediti che gli allievi della Scuola di Alta Formazione producono  a completamento del loro corso di studi  Il settore più consistente e che si è andato arricchendo negli ultimi anni riguarda specificatamente testi tecnico-scientifici sulla conservazione ed il restauro dei beni culturali che rende la biblioteca dell’ISCR una biblioteca specialistica. Molti sono i testi di storia dell’arte italiana e straniera, archeologia, architettura, monografie di artisti, cataloghi di mostre,  musei, vendite e miscellanee.  Di particolare aiuto per il lavoro svolto dai laboratori scientifici sono i testi di fisica, chimica e microbiologia. 

Dal 1990 la Biblioteca ha intrapreso una complessa operazione di catalogazione, classificazione e ricollocazione, nonché di informatizzazione del patrimonio bibliografico con gli obiettivi oggi raggiunti di una catalogazione rispondente alle regole nazionali ed internazionali e la costruzione di un soggettario “ad hoc” che in parte rispettasse il Soggettario di Firenze  ma fosse anche integrato da nuove voci più rispondenti alla specificità del patrimonio posseduto.  Nell’ambito di questo radicale riordino si è provveduto a riunire e valorizzare il Fondo Venturi (1942) in precedenza, inserito nel resto del patrimonio librario e costituito da pregevoli volumi di cui una cinquecentina, diverse fonti risalenti  al 600’ e 700’ e pregevoli edizioni del XIX secolo. La Biblioteca incrementa le proprie raccolte per acquisto, dono e per  cambio con le pubblicazioni curate dall’Istituto, in particolare con il “ Bollettino ICR”.